Quando si parla di SEO e della struttura delle url si fa spesso confusione e si discute molto su cosa sia davvero efficace per il posizionamento in prima pagina sui motori di ricerca.
L’infografica pubblicata da Search Engine Land fa chiarezza su quali siano le mosse vincenti da seguire per creare url più efficaci lato SEO e più utili per gli utenti.

Questi sono alcuni dei consigli di cui tenere conto per dare maggiore visibilità a un sito e surclassare i competitor su Google:

Url brevi: le url di 2 o 3 parole tendono a posizionarsi meglio rispetto a quelle più lunghe.

Includere 1 o 2 keyword nelle url: è opportuno inserire una delle keyword per le quali ci si vuole posizionare, ma non bisogna esagerare. Includere troppe keyword in una url può causare penalizzazioni.
La leggibilità prima di tutto: le url devono essere leggibili e avere senso compiuto per poter offrire una migliore user experience e posizionarsi meglio in serp.

Usare sempre https: Google ha confermato di considerare un segnale positivo l’uso del protocollo https anziché http.

Preferire i subfolder: è meglio usare i subfolder (le sottocartelle) anziché i sottodomini, per esempio example.com/blog e non blog.example.com.

Scegliere il dominio di primo livello più appropriato: l’infografica riporta la lista dei domini più adatti per un sito, da quelli associati a un Paese a quelli non legati a una location. La scelta del dominio di primo livello è fondamentale per il ranking.

Seguite attentamente le raccomandazioni illustrate nell’infografica e dissolverete ogni dubbio relativo alle url SEO friendly.
Fonte: http://searchengineland.com/infographic-ultimate-guide-seo-friendly-urls-249397

La guida definitiva alle url SEO friendly

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata