Uno dei rischi più comuni per chi gestisce campagne di email marketing è quello che le email finiscano nel filtro antispam degli utenti; per evitare che accada, ci sono degli errori madornali da evitare, illustrati da Adestra nell’infografica sottostante.

In sintesi, questi sono i 6 errori più gravi e le soluzioni da adottare:

Evitare il linguaggio tipico dello spam

Ad esempio: troppi punti esclamativi, testo scritto tutto in maiuscolo, utilizzo di spam trigger words.

Non usare l’approccio spray and pray

Significa all’incirca “sparare nel mucchio”, un approccio fallimentare che va evitato con la segmentazione delle liste dei contatti. Questo comporta il 14% di tasso di apertura delle mail e il 15% di click.

Mantieni aggiornati i dati

È fondamentale aggiornare costantemente il database, eliminare i contatti non più validi e gli indirizzi duplicati. Se si evita di farlo, gli ISP potrebbero considerare spam le tue mail, a causa dell’alta percentuale di bounce rate.

Non inviare troppe email

Sapevi che il 66% delle persone si disiscrive da una mailing list perché riceve troppe email? Il 27% di questi potrebbe smettere di acquistare prodotti e servizi da quel brand a causa di questo.

Non acquistare liste di indirizzi email

Può sembrare scontato sottolinearlo, ma è necessario evitare di usare liste di indirizzi email acquistate, poiché non è possibile sapere quante altre email ricevono da altri brand che hanno acquistato queste liste e inoltre questo compromette la reputazione del tuo brand.

Inserire sempre il link Unsubscribe

È obbligatorio inserire sempre il link di disiscrizione da una newsletter in modo che sia visibile e che l’utente possa cancellarsi facilmente se non vuole più ricevere le nostre email.

Se hai commesso qualcuno di questi errori, corri ai ripari seguendo i consigli contenuti nell’infografica!

La fonte dell’infografica è qui: www.socialmediatoday.com/news/6-email-marketing-best-practices-to-avoid-looking-like-a-spammer-infograph/529362/.

6 errori da non commettere mai nell'email marketing

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata