È vero che, negli ultimi anni, Amazon e Facebook hanno tolto quote di mercato a Google? C’è un monopolio di Big G sulle ricerche online oppure sta perdendo terreno? Qual è il secondo search engine per volumi di ricerche?

Ci sono molti miti da sfatare a proposito di questi argomenti e, grazie a una ricerca effettuata da Jumpshot, ora sappiamo quali sono i dati reali.

L’analisi di Jumpshot ha preso in esame più di 10 milioni di device, tra mobile e desktop, negli USA ed è stata commentata da Rand Fishkin su Sparktoro.

Mito n°1: il 65% delle ricerche online avviene su Google

Falso: Più del 90% delle ricerche avviene su Google, ma non è nell’interesse di Google condividere questi dati, poiché evidenziano una situazione di quasi monopolio. Per Microsoft, i numeri di Bing sono imbarazzanti (parliamo dell’1,48% delle ricerche in USA) , perciò non ha alcun vantaggio nel divulgare i dati reali.

Tutti i miti da sfatare su Google, Facebook e Amazon

Mito n°2: Amazon è concorrenziale con Google nella search

Falso: il predominio di Google è rimasto stabile negli ultimi 3 anni: la percentuale di ricerche online effettuate su Amazon è scesa all’1,5% nel 2018 (era il 2,2% nel 2015), sebbene le ricerche di prodotti siano fatte più spesso su Amazon anziché Google (54% contro il 46%). Tuttavia, le ricerche effettuate su Google complessivamente sono 50 volte maggiori di quelle su Amazon.

Grafico ricerche web degli utenti USA

Mito n°3: YouTube è il secondo search engine al mondo

Falso: Il volume di ricerche su Google Immagini è il quadruplo di quelle effettuate su YouTube.

Va detto che YouTube totalizza molte più ricerche di Bing e Yahoo, il doppio di Amazon e il triplo di Facebook. Tuttavia è al terzo posto, perché, dati alla mano, più del 20% delle ricerche online degli utenti americani sono state effettuate su Google Immagini. La richiesta di immagini è enorme, e Google dà alle persone esattamente ciò che vogliono.

Grazie a questa ricerca non ci sono più scuse per credere ancora in questi miti largamente diffusi sul web.
Sarebbe interessante conoscere i dati relativi all’Europa e ad altri Paesi, per poter fare un’analisi ancora più dettagliata e approfondita.

Per consultare la fonte di questa ricerca, visitate il sito di Sparktoro: sparktoro.com/blog/2018-search-market-share-myths-vs-realities-of-google-bing-amazon-facebook-duckduckgo-more/.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata